Dolomiti Trento di nuovo a Bologna, sponda Fortitudo

la sfida tra Dolomiti Energetiche Trentino me Fortitudo Kigili Bologna è una quelle che valgono ben di più dei semplici due punti in classifica: i bianconeri al Dozza giocano per avvicinare el zona playoff e allontanarsi definitivamente dallo scivolose della lotta; Ma allo stesso tempo la Effe ha disperato bisogno di un successo che possa in alcun modo rilanciare le ambizioni dei biancoblù, penultimi in classifica e quattro punti dalle più vicine formazioni in classifica, Treviso (che ha una parteta in meno) e Napoli.

È un parquet dove l’Aquila non è arrivato presto e in cui storicamente la Fortitudo sa far valere il “fattore campo” (cinque successi degli otto stagionali in campionato sono arrivati ​​​​​​in casa), Forray e compagni cercheranno nuovamente di sbloccarersi in trasferta , dove nel 2022 non hanno ancora colto nessuna victortoria.

Una vittoria solo sabato sarà alla Segafredo Arena, quando contro il capolist Virtus Trento ha ottenuto una grande prestazione nel secondo tempo che gli ha permesso di recuperare un passivo di 18 affondi e avrà in mano un tempo per girare il “match -punto”: al supplemento poi ha prevalso la sconfinata profondità di roster della Virtus.

Un rammarico che per la Fortitudo nell’ultimo turno di Serie A è stato comunque grandioso, visto che ei ragazzi di coach Antimo Martino avevano perso 88-87 a Pesaro dopo un finale di partita rovente: alla Effe non è abbastanza una prestazione da monstre di squadra da tre punti, un clamoroso 15/26 dall’arco (57,7%, 6/6 da Aradori).

MIGLIORI PRESTAZIONI:

Dopo aver aggiornato una lunga lista di primati individuali e di squadra nel successo contro il Brindisi, Flaccadori se si è confermato in un secondo momento in forma e ha mandato referendario 22 punti anche sul campo del Bologna: il giocatore bergamasco è partito con un ottimo 9 /13 dal campo (2/4 da tre) a cui ha aggiunto tre rimbalzi, quattro assist e due recuperi in 30′ di gioco. Solida prestazione quella di Reynolds, che si conferma secondo miglior marcatore del Trento in Serie A tutta la Spalle del solo Flaccadori: alla Virtus Segafredo Arena 19 punti e 4/7 da tre per il tiratore statunitense.

Per quanto riguarda i grandi registi, Aradori esce regala una delle migliori prestazioni dell’offensiva stagionale, suggellata regala uno straordinario 6/6 al tiro da tre. Con 15,0 punti di media, ha pronosticato tutto l’11° posto nella classifica dei più grandi interpreti della Serie A: sarà la nona tappa in carriera di Aradori con almeno 13,0 punti di media nella regular season del campionato. La Fortitudo si affida al’estro di Benzing, al tedesca regala 13,5 punti e 2,2 tripla a partita: nella partita contro la Dolomiti Energia sono stato il più grande della sua squadra con 21 punti a referto e un ottimo 5/7 dall’arco

L’ULTIMO PRECEDENTE:

Il match di Andata va in scena il 21 novembre, in uno dei momenti più belli della Stazione Dolomiti Energia: un’infuocata BLM Group Arena trascina l’Aquila ad un’altra rmonta vincente e nino turn de campionato i bianconeri battono 84-77 the Fortitudo Kigili Bologna, strappando di voglia e desiderava la sesta vittoria in Serie A, la quarta consecutiva. Ancora orfana di Jordan Caroline e costretta ad inseguire per 30 ‘abbondanti (sotto ache di 13), l’Aquila comme con Brindisi e Wroclaw pochi giorni prima sceglie gli ultimi 10’ por concentrator el maximo sforzo fisico e tecnico, arrivando a mettere la freccia Grazie ad un Diego Flaccadori ancora una svolta determinante (11 dal suo 17esimo arrivo primo nell’ultimo quarto) e trovando nella sua solidità difensiva la propria costante per arginare il contributo di Benzing e Aradori (41 punti in scadenza).

Cinque bianconeri in doppia encipher a referto, ma indicazioni anche da Max Ladurner (7 punti tutti nel primo quarto) e Luca Conti, omnipresent in difesa e nella ottime lotta a rimbalzo: altra serata in crescendo per uno Johnathan Williams sempre più eficient sui due lati del campo (15 punti, sette rimbalzi e due stoppate).

Add Comment