Ocon-Gasly, alleanza in difesa del GP di Francia – F1 Piloti – Formula 1

Arabia Saudita, Qatar, Miami, Las Vegas. Sono queste, per sparso, alcune delle più importanti aggiunte al calendario iridato definisce dalla Formula 1 nel corso degli ultimi anni. Il programma 2022 prevede 23 giorni e il prossimo anno se riceverà una quota di 24 GP, la più attualmente consentita dal regolamento del Circo. Non è escluso che i vertici di Liberty Media e Stefano Domenicali abbiano deciso di valicare anche quella soglia, è evidente che l’ingresso di tanti nuovi garage dovrebbe causare anche Quale vuoi dal calendario?. Ad essere nel mirino ultimamente sono state due piste, il cui contratto si approssima alla scadenza: Monte-Carlo, che però ha il vantaggio dell’enorme peso storico en suo favore, e Le Castellet.

Il circuito francese è tra i più invisi agli spettatori. L’enorme vita del leak sull’asfalto è stata criticata dai fan e anche da più di un pilota. Nonostante ciò, poiché la Francia è un paese con un’enorme tradizione automobilistica, altri circuiti europei come Monza, Silverstone o Spa hanno esercitato un fascino infinitamente superiore al circuito del Paul Ricard. Ho un pilota francese che è attualmente in F1, pierre gasley educare Esteban Ocon, capacità nelle ultime tre tappe di rientrare per il fatto che la marsigliese si è voltata a ridere del podio, ma ovviamente il pappagallo verrà a salvare la casa. Per questo motivo, non sono stati vicini ad attirare l’attenzione dei media sulla loro materia, schierandosi in difesa del Discussiono tracciato che sorge nel dipartimento delle Alpi dell’Alta Provenza.

“Sono molto felice di scoprire i nostri nuovi circuiti, ma Vedo il Gran Premio di Francia in pericolo e farò quanto posso sicuramente per farmi mi sentirò e per cercare di farlo rimarrò sul calendario – disse Ocon, che è puro al volante di un monoposto francese, l’Alpino – not so quale si la situazione esatta, ma non sono happy di sapere che al momento [il GP di Francia] è minacciato. Farò tutto il possibile averlo in calendario“. Sulla stessa linea di pensiero si è messo anche Pierre Gasly. “Ovviamente, essendo francese, ha sempre sostenuto il Gran Premio di Francia – ha detto l’alfare dell’AlphaTauri – e ho un legame speciale con il mio paese. Only il tuo paese d’origine e la tua gente possono farti testa certo tipo de emozioni. Spero davvero di poter rivedere il Gran Premio di Francia [in calendario] nei prossimi anni“.

PRENOTAZIONE RIPRODUZIONE

Add Comment