Byrne-Ferrari, gratitudine e rinnovo – F1 Team – Formula 1

Il ferrari aveva messo il cerchietto rosso sulla stagione 2022 ormai da diversi anni. Maranello era convinto che il cambio di regolamento tecnico offrisse un’importante occasione per colmare il gap che si era creato quest’anno con Mercedes e Red Bull. Nemmeno ottimista dei tifosi però forse il più probabilmente avrebbe potuto prevedere l’estrepitoso avvio di stagione della rossa. Grazie alle vittorie in tre stagioni, cinque volte riuscì a conquistare i suoi sei a disposizione, leadership contrastata nella sua classifica piloti con Charles Leclerc e tre costruttori, con 39 punti di vantaggio per la sua seconda Mercedes. Sono questi i numeri messi a segno dalla F1-75 nelle gare di Bahrain, Arabia Saudita e Australia. A Melbourne in particolare il rosso è parsa davvero senza rivali, con il vantaggio sul secondo classificato di Leclerc che sotto la bandiera a scacchi ha toccato i 20 secondi, non conoscendo l’ingresso della Safety Car.

Numeri degni dell’era Schumacher, così come rievoca that the period of the Gran Chelem messo a reference da Leclerc, il primo nell’ancora giovane del Monegasco. Dopo tutti coloro che hanno contribuito a far salire il Cavallino Rampante ai vertici della F1, una menzione speciale va al 78° stilista sudafricano Roy Byrne, uno dei quali era presente quando la Ferrari del trio Todt-Brawn-Schumacher è arrivata nel noto circuito che un secondo posto nel box è stato visto come un fallimento. Dal 2020 infatti Byrne è impegnato con la rossa con il ruolo di consulente tecnico. Sosterrò subito quella dieta tutte le prestazioni trionfali della F1-75 ci sia il suo zampino ed evidentemente anche a Maranello ne sono più che consapevoli. Secondo quanto ricevuto dal sito tedesco immagine automatica infatti, per l’ingegnere di Pretoria sarebbe in arrivo a rinnovo del contratto che sa così tanto ho dato gratitudine.

Il prolungamento del contratto suona mangia un enorme grazie – scrisse Marc Surer – Byrne semina aver fatto un super lavoro nel suo ruolo. La Ferrari di quest’anno ha caratteristiche simili a quella della Ferrari di Schumacher: è veloce e in tutte le condizioni, con una grande spinta e capace di superare il meglio delle gomme. Questa è chiaramente la firma di Byrne”. Inoltre, l’ex pilota austriaco Gerhard Berger è diventato famoso e si merita dell’ingegnere, mettendolo allo stesso livello di un ‘genio’ celebrato in tutto il Circus come Adriano Newey: “Byrne è un genio quanto Newey – commentò l’austriaco – anche negli anni ’80 causa grossi problemi con il cosiddetto bouncing, il saltellamento estremo delle macchine sul rettilineo. Byrne è una garanzia che Ferrari farà rima con il massimo livello per tutta la estagione”Ho finito.

PRENOTAZIONE RIPRODUZIONE

Add Comment