“La persona giusta alla mano destra ma non chiamatemi eroe”- Corriere.it

hanno dato salvatore riggio

Sfiorata tragedia a Centrocampo-Mercadante quando un giocatore classe 2006, Samuel Greco, colpito alla testa crollato a terra convulsioni. Il direttore di gara, Luigi Risucci, intervenuto subito impedendogli di soffocare

Se sfiorata la tragedia in Centrocampo-Mercadante, gara valida per il campionato provinciale Under 16 di Torino. Tragedia evitata vagamente grazie al tempestivo intervento dell’arbitro, luigi risuccidella sezione di Nichelino.
io grasso. Uno scarto del 2006, Samuele Grecocalciatore in forza alla squadra dei padroni di casa, jumps per colpire il pallone con la testa, ma ignites a colpo alla tempia in uno scontro di gioco. Cade a terra, in preda alle convulsioni. Tutti i ragazzi in campo, disperati, si mettono le mani nei capelli e chiamano i soccorsi. in quel momento interviene il direttore dell’autorimessa, Risucci, e salva la vita al 15°.

Greco state due minute per land in preda alle convulsioni, sembrava quasi non respirasse, state bravissimo l’arbitro che gli ha tenuto la lingua per evare che sofficasse, anche solo 15 secondi per permesso dalla panchina e aiutarlo ad arrivare stati fataliil racconto in lacrime di uva luigi, allenatore del Centrocampo, al settantenne Sprint e Sport, che è occupato dal calcio d’oro. E ancora: stato un bruttissimo quarto d’ora. Arrivata l’ambulanza a pericolo scongiurato, il ragazzo stato messo sulla barella con la testa fasciata e portato in osservazione all’ospedale San Giovanni Bosco di Torino. Adesso sta bene ma deve stare ancora 24 ore sotto osservazione, gli hanno fatto tutti gli esami. Gi cuginetto dell’arrivo dell’ambulanza era poco consapevole, per rispondere a rispondere alle domande. Scosso per quanto accaduto ache Giovanni Abate, del Mercadante: Sono stati attimi di paura, davvero un eroe l’arbitro, è stato determinante il suo intervento, detto sempre a Sprint e Sport.

Il tuo profilo social, Risucci, ha voluto rivivere quei momenti drammatici, ma non si sente an eroe: Un giorno che nella sua drammaticit non potr mai dimenticare. Ripense senza sosta a quelle sequenze terribili, con la vita di un ragazzo appesa a filo, in cui pochi secondi possono fare la differenza. Non sono un eroe. Semplicemente oggi qualcuno lass ha voluto che fossi la persona giusta al momento giusto. Ragazzo, rimetti presto!.
Anche l’AiaL’Associazione Arbitrale Italiana, ha elogiato l’arbitro di Nichelino: Il ragazzo, dopo lo scontro testa contro testa con altro giocatore, cadutoviolemente per terra perdendo i sensi e camminando in crisi respiratoria. Il tempestivo intervento di Luigi, che ha da poco terminato il corso per prestare e primo soccorso in situazioni di emergenza, è stato un fattore determinante nella vita di Giovanni e gli è stato permesso di strappare e respirare autonomamente.
Solo per la cronaca, la gara stata sospetta sul 6-3 per gli ospiti 10′ dopo la fine.

12 aprile 2022 (modificato il 12 aprile 2022 | 12:50)

Add Comment