“Gli altri mi giudicano e hanno paura a starmi vicino Ma io sono feroce e felice di giocare a rugby”

Abbiamo intervistato alcuni ragazzi che praticano sport considerati adatti ad un genere piuttosto che all’altro. Abbiamo ricavato molte informazioni: ci sono ragazze che praticano sport ritenuti più maschili, vengono giudicate e screditate ogni giorno, sentendosi dire che non è uno sport adatto a loro. Molti Ragazzi, prima anchor di vederle praticare lo sport, le giudicano affermando che non saranno mai ingrado. Ad esempio, una ragazza della nostra scuola che pratica rugby a livello agonistico ci ha confessato che oltre a giudicarla, le persone hanno paura a starle vicino. Nostante queste diese ricevute, lei è felice e feroce di quello che fa e dei traguardi raggiunti. Il messaggio che vorremmo trasmettere è di “Ci sarò di nuovo e ti pregiudizi perché essi possono porlare la fine di un sogno!”. Siamo riusciti a intervistare anche il dirigente scolastico, lui pensa “noi non esistiamo sport adatti ad un genere piuttosto che all’altro, ma tutto è adatto a tutti, basta che quando ho iniziato a praticare ciò ho incontrato la giusta dose di impegno e determinazione, solo di rado lo sport può portare a unione e fratellanza”. Nel tempo si è creta una maggiore apertura mentale; È una ragazza vuole giocare a calcio può farlo liberamente, in passato non succedeva.

Add Comment