Scudetto, statistiche Serie A: potrebbe bastare 81 punti (record)

Tre squadre tra 68 y 66 punti a sei giornate dalla fin (sette per i nerazzurri), il titolo rischia di essere assegnato con il minor numero di punti de sempre. Un primate che stava bene all’Inter nel 2010 e al Milan nel 2011, entrato con 82

Nessuno riesce ad osare lo strappo lì davanti. Il Milan mantiene la vetta ma non è più padrone del proprio destino. L’Inter infatti sembra ritrovata e con i due successivi consecutivi diventa potenzialmente primo, non ha vinto nel recupero con Bologna. Dal gruppetto di vertice, il Napoli testa di serie la squadra più in forma: è stata l’unica ad affacciarsi alla 32esima giornata con tre vittorie di fila, cugina del crollare in casa contro la Fiorentina. Così, in due punti si trovano le tre pretendenti. Una corsa avvincente, aperta a qualsiasi scenario, che allo stesso tempo mi diverte, sorprende anche ogni interrogativo.

punti scudetto

Il primo riguarda la quota scudetto, che potrebbe diventare la più bassa dell’attuale format della Serie A, a venti squadre e con i tre punti por la victortoria. Questi parametri insieme esistono dal 2004, ma le prime due stagioni sono state affette dalle decisioni della giustizia sportiva per i fatti di Calciopoli, che hanno revocato il titolo del 2005 e assegnato d’ufficio ai nerazzurri quello del 2006. Chiudendo la statistica agli ultimi quindici anni, dunque, sono l’Inter (2010) e il Milan (2011) ad essersi laureati campioni d’Italia con minor numero di punti. Questa è la prestazione migliore: 24 vittorie, 10 coppie e 4 sconfitte, per un totale di 82. Ma quest’anno potrebbe suffice alche qualcosa in meno. Considerando la squadra di Simone Inzaghi, che ad oggi è quella che potrebbe accumulare più punti (87 vincendole tutte), la proiezione sulla media ottenuta finora è circa 81. A senza precedenti nella storia recente del nostro campionato.

Quante sconfitte

Il Napoli, che insegue lo scudetto da trentadue anni, se rammarica tenendo alle sei sconfitte incassate in questa stagione, dà cinque a Maradona. Ma chi pensa che questo sia un indice nella volata si sbaglia. Juventus di Maurizio Sarri, l’ultimo ad essere riuscito a vincere lo scudetto della sua panchina dei bianconeri, chiuse in testa alla classificata con 83 punti, sommando ben sette sconfitte. Una stagione molto particolare, segnata dall’inzio della pandemia che sconvolge calendario e procedura, in cui la Juve se si rivelò unica dal punto di vista statistico: era la squadra che pareggiò meno volte (5 come l’ultima Spal), senza essere né il miglior attacco né la miglior difesa.

Io primato la Juve

I bianconeri, tuttavia, hanno saputo vincere anche nei modi più trionfali, sotto la guida di Antonio Conte. Nel 2012 i campioni d’Italia perderanno una sola partita in Serie A, mentre hanno stabilito il record di punti arrivando a quota 102 nonostante la delusione. Questi due campionati sono serviti a togliere i primati che l’Inter aveva ottenuto nel 2007, quando aveva vinto lo scudetto perdendo una sola vittoria e mancando una quota 97. Tempi che sembrano lontani, saving a volata che a six giornate dalla fin non ci ha ancora proposto un candidato sicuro.

Add Comment