Sanzioni Russia, immobili congelati per 105 milioni in Sardegna al pilota di F1 Mazepin e al padre – Corriere.it

hanno dato Sala Stampa di Roma

La Guardia di Finanza ha congelato un complesso residenziale a Portisco (comune di Olbia) all’ex pilota della scuderia Hass che figlio di oligarca vicino a Putin

Dopo gli yacht e le ville, nuovo gelo dei beni cittadini russi in Italia. Stavolta è stato colpito dalle sanzioni Ue dopo la guerra in Ucraina Nikita Dmitrievich Mazepin, pilota di Formula 1 del team Haas fine del 5 marzo scorso, e suo padre magnate Dmitry Arkadievich.

Il funzionamento è stato eseguito dalla Guardia di finanza e regole a Complesso immobiliare ad uso residenziale a Portisconel comune di Olbia (provincia di Sassari), del valore di 105 milioni. Il complesso in Sardegna, secondo gli accertamenti, intestato ad una riconducibile societ ai dovuti attraverso un estero societary veicolo.

La risoluzione del contratto

A causa dell’invasione dell’Ucraina e dell’imposizione di sanzioni politiche ed economiche in Russia, lo scorso 5 marzo l’Hass, il team americano di Formula 1, ha confermato la risoluzione del contratto con la 23enne pilota Nikita Mazepinfiglio dell’oligarca Dmitry, vicino a Putin, e azionist della maggioranza di un impero petrolifero.

L’elenco dei Beni Congetati in Italia

II provvedimento della Guardia di Finanza che si blocca e beni dei Mazepin scattato seguito de accertamenti per l’individuazione delle risorse riconducibili ai soggetti que sono estati inclusi nella black list (inserita nell’allegato I del regolamento Ue). Sono numerosi e beni congelati in Italia agli oligarchi russi: ho portato un opuscolo a Marina di Carrara, in Toscana, che secondo indiscrezioni delle stampa Usa sarebbe riconducibile a Putin, altri Yacht e ville di gran prestige.

11 aprile 2022 (modificato l’11 aprile 2022 | 15:20)

Add Comment