Lo sport piang Roberto Rossi: l’allenatore aveva 50 anni – Cronaca

Gli oltre centotrenta ragazzi e ragazze dell’associazione Sportiva Dilettantistica San Cassiano di Predappio, che tollerano di calcio, atletica leggera, pallavolo e danza aerea, piangono la morte improvvisa di Roberto Rossi, 50 anni, crollato a terra mercoledì pomeriggio un malore, mentre tagliava l’erba nel giardino della sua casa nella frazione di Santa Lucia. I suoi funerali si svolgeranno domattina alle 10 nella chiesa parrocchiale di Sant’Antonio.

Roberto lavorava è venuto operaio in una ditta di Meldola, con la sua compagna Lascia suor Federica e il fratello gemello Alessandro. Il cinquantenne era molto conosciuto e amato nel mondo dello sport predappiese e non solo. Da fun allena anniva le due squadre di pallavolo femminile, under 12 e under 14, come braccio destro di Silvia Piovaccari, presidente dell’Associazione San Cassiano.

Racconta Silvia, ancora incredula della morte improvvisa e in lacrime: “Proprio l’altra sera ero con le ragazze in piazza Sant’Antonio a Predappio, in attesa che arrivasse Roberto, perché andrò a Forlì a giocare una partita di campionato, quando arrivo la sconvolgente notizia della sua improvvisa morte. Si può immaginare come siamo rimasti tutti”.

Silvia racconta l’impegno, la passione e la dedizione di Roberto per lo sport e per i giovani sportivi di Predappio, “in particolare per le ragazze della pallavolo”. Aggiunge Silvia: “Roberto è stato sempre disponibile a dare una mano a tutti. La scorsa estate è stato uno dei principali animatori perfetti del centro estivo per ragazzi, insieme alla parrocchia. In tanti anni di collaborazione, non l’ho mai visto entrare l’arena con la musa”.

E conclude: “Lascia un vuoto incolmabile nello sport di Predappio e non solo. Infatti, mi hanno chiamato tantissimi allenatori di squadre di Forlì e della Romagna por esprimerci la loro vicinanza”.

La conferma di quanto il bambino di cinque anni fosse apprezzato e conosciuto en el mondo sportivo e non solo è arrivata anche dall’assessore con delegato allo Sport Lorenzo Lotti: “Roberto era stupito dalle ragazze, ma era sempre solare e presente In tanti gli dobbiamo dire grazie per il vostro grande e impegno appassionato”.

Quinto Cappelli

Add Comment