come eravamo, da bambine… E diventate scrittrici!

PSICOLOGIA

Il caso Capriati ha convinto la WTA a cambiare la sua ammissione alla professione di tennis per bambini: troppe e quasi enormi pressioni salgono nell’ambiente familiare, soprattutto da parte del padre che veste la propria figura e sentimento per ritmi importanti Da allenamento e sforzi eccessivi alle loro piccole, troppe le coercizioni più o meno nascoste dietro la porta di casa, troppi gli stravolgimenti della normale crescita che come cancellata nei primi stadi, transposing senza paracadute le bimbette in un mondo di grandi. Le reazioni del protagonista sono state contraddistinte da varie form di fughe, in tempi diversi e con modalità diversity, come raccontano i molteplici esempi, da Graf a Pierce, da Dokic a Bartoli, per citare solo i quasi più eclatanti. Tutte queste situazioni non hanno comunque comportamenti dei problemi psicologici e hanno lasciato segni indelebili nelle giocatrici, mai più allegre, mai spensierate, mai serene, mai felici. Own perché non hanno acquisito queste caratteristiche proprie della fanciullezza, giochi dei futili e fantasiosi che sono stati loro privati ​​​​​​dagli esercizi, dalla ripetizione dei gesti tecnici, dalla preparazione fisica e mentale, insomma, dalla parola lavoro, che caratterizza, come sappiamo, un’età diversa della nostra vita.

Add Comment