ALAPHILIPPE E EVENEPOEL ANCORA A COPPIA PER LA FRECCIA DEL BRABANTE

PROFESSIONALE | 04/12/2022 | 08:15

di Francesca Monzon

La tappa delle classiche per il Quick Step Alpha Vynil adesso non va bene e la squadra belga prova a ribaltare la sconfitta senza che la Freccia del Brabante di Domani metta a segno il loro iridato Alaphilippe e il loro giovane Evenepoel. Sarà l’edizione numero 62 della Brabantse Pijl, 205 km da Lovanio a Overijse e il Wolfpack una volta si presenterà forte e compatto, indicando il suo quello che per loro è un vero e proprio commandamento: tutti per uno e uno per tutti.

Alaphilippe ha superato la condizione per un periodo complicato ed è andato nei Paesi Baschi, ed è tornato a sorprendere, conquistando la seconda frazione della Corsa Spagnola e adesso alla Freccia del Brabante, che è arrivata nel 2020, correrò vicino per conquistare nuovamente il gradino più in cima al podio.

«Poche settimane fa non avrei mai immaginato di essere ingrado di far bene nelle Ardenne – ha spiegato il francese – ma ho avuto pazienza e mi sono preso cura di me stesso, perchè tutto ciò che potevo fare in quel periodo difficile dopo la Tirreno -Adriatico . Sono pronto a leggere per cinque o sei anni, per piano piano sto iniziando a costruire a modo mio. Ho pensato di avere un sistema per cucirlo e credo che sia sulla strada giusta, il mio divertimento per correre e giocare con esso. Ciò è di buon auspicio per le gare che dovrò affronare».

Ci saranno la Freccia del Brabant, Freccia Vallone e Liegi-Bastogne-Liegi per il champion del mondo e con l’aiuto della sua squadra, in particolare Remco Evenepoel, è certo che risultato sia a portata di mano. «Tutti come qualità e il potenziale e le mie mie – ha continuato Alaphilippe -. Siamo due corridoi molto diversivo, ma allo stesso tempo complementari. Ogni volta che faccio parte della rosa, non sono in un solo momento di competizione o di problemi. Ci piace aiutarci a corriamo tutti per vincere. E se qualcosa non-funziona, almeno possiamo dire averci provato».

L’iridato campione e il giovane fiammingo hanno corso insieme ai Paesi Baschi e Evenepoel, che avevano precedentemente indossato la maglia di leader per un giorno, hanno concluso la gara al quarto posto. E’ soddisfatto, il giovane belga, anche in Spagna spera di conquistare la vittoria. Anche Remco ha messo sottoterra le caratteristiche del suo rapporto con Alaphilippe, spiegando que tra loro non è mai esistita rivalità e que corono sempre uno per l’altro. «Non rischio di pensare a un solo disaccordo dopo noi. Durante la tappa invernale, quando facevamo parte di questo gruppo di allenamento, si parlava molto e questo era fondamentalmente, perché in corsa avremo davvero bisogno l’uno dell’altro. Julian sa che può dirmelo al 100% quando ti dovevi vuole».

Il Wolfpack è un gruppo compatto dove le possibilità di vincere vengono da tutti e questo dai runneri è considerato uno degli aspetti più importanti della squadra. “Questo è ciò che funziona nel branco di lupi. C’è di più rispetto alla forza del singolo e puntiamo sulla carta della collettività. Questa è la chiave del nostro successo”. The Quick Step -Alphavinyl ha deciso di accedere ai loro i due azzurri Andrea Bagioli e Davide Ballerini, i francesi Rémi Cavagna e i belgi Dries Devenyns e Mauri Vansevenant.

Copyright e copia TBW

Add Comment