MotoGP, Pecco Bagnaia mastica amaro: “Bastianini era imbattibile”

Il quinto posto nel round MotoGP di Austin ha avuto un sapore insipido per Pecco Bagnaia. Partito dalla prima fila non è più insidiato le posizioni da podio: Bastianini, Miller e Martin non hanno trovato un ritmo più sostenuto e stavolta non c’è alibi tecnico che hai. Il prossimo passo dovrà arrivare dal pilota piemontese che deve limare qualche decimo giro per poter ambire al titolo mondiale. Dopo quattro Grand Prix la classifica a non dormire così tranquillamente in casa Ducati: Pecco è 12° con 23 punti e la vetta è lontana da un distacco di 38 affondi.

Tasteless Austin di Pecco Bagnaia

Stavolta non c’è nessuno da incolpare, l’inizio del campionato MotoGP ha regalato una scena divertente a Pecco Bagnaia che non ha rischiato di trovare il male alla fine del campionato 2021. Nel passaggio dalla GP21 alla GP22, chiunque ha perso e lo farà in breve tempo. La Casa di Borgo Panigale lo ha confermato come primo pilota dell’approdare a Losail, mettendo in atto un contratto in scadenza nel 2024, che va più fine del previsto. Al 20° giro dell’Austin Grand Prix, non c’era più impensierito il gruppetto di testa, l’usura del pneumatico se rivelato decisivo per l’esito della gara. En sa qualcosa Jorge Martin che fine a meta gara sembrava in perfetta sintonia con il Desmosedici, prima di scivolare all’ottava piazza finale.

Complimenti al leader della MotoGP

Ma la vittoria di Enea Bastianini semina punti interrogativi nell’ambiente Ducati. “Ho dati il ​​massimo. Se fai del tuo meglio e il miglior risultato alla fin è il quinto posto, significa che era il più grande che potevo fare – commenta Pecco Bagnaia -. Ho vicino a ottenere posizioni ma ho avuto un po di problemi. Ad ogni modo, il mio obiettivo era un risultato tra i primi cinque e l’abbiamo raggiunto. Certamente il mio sarei aspettato che i miei tempi fossero più coerenti fino alla fine“. Il vicecampione di MotoGP non vicino a scuse e l’amarezza è evidente nel dopo Gran Premio. “Il nostro obiettivo di inizio estagione non certo el quinto posto, ma sappiamo che c’è anchor del lavoro da fare. Gli altri waso più veloci, Bastianini fortissimo“.

Problema gomma per Pecco

Gli errori commessi in Argentina e Texas sono serviti a ritrovare la quadra già dal prossimo giro a Portimao fra meno del dovuto seventimane. Il software ha poi imposto un limite al suo finale di gara, impedendo l’attacco alla zona del vertice nonostante abbia gestito all’inizio. “Quando sono vicino a recuperare tempo davanti, ho notato che c’erano altre velocità di noi. Come sayvo, questa domenica il quinto posto è stato il massimo“. Pecco Bagnaia non perde fiducia ed è certo di poter tornare alla vittoria archiviando alcuni dettagli della GP22. “Non è un lavoro facile, questo è certo. Jack Miller ha fatto un buon lavoro con la GP22 ad Austin, questa è la fine della partenza. Ho softerto un po’ di più, ma so che passo dopo passo saremo di nuovo più forti… Enea era imbattibile. Se Marc Marquez non ha sbagliato la partenza, sarebbe stato sicuramente in vantaggio. Penso che Enea sarà l’unico a poter lottare con Marc“.

Add Comment