l’ATP annuncia un turno di vite. Tentativo di un francese junior schiaffeggia l’avversario

Incili, aggressivo, violento. Nelle last i bad boys del tennis si sono scatenati in episodi a cui non dovere mai voluto assistere e che nulla hanno a che fare con il vero spirito dello sport, e del tennis in particular. Sono riuscito bianchi, nel senso del termine filosofico più, ora sono sempre più lontani. Zverev, Kyrgios, Brooksby… ora è davvero troppo e così l’ATP ha deciso di dare un “giro di vite” alle sanzioni previste in caso di condotta antisportiva. Anche perché, i cattivi esempi dei tennisti sembrano purtroppo avere un’influenza decisamente disastrosa sugli junior.

Lunedì, infatti, alla fin di un incontro di un Torneo ITF in Ghana, al momento della stretta di mano, il giocatore ucciso, il 15enne francese Michael Kouame ha schiaffeggiato l’avversario, il ghanese Raphael Nii Ankra. Il gesto ha subito innescato un vero e proprio rissa a bordo, nella quale sono state coinvolte varie persone. Insomma, anche gli schiaffi stanno diventando sempre più d’attualità. Ma che esmpi vengono trasmessi ai ragazzini se Perfetto durante la cerimonia degli Oscar, l’attore Will Smith (per il premio per l’interpretazione del padre delle Williams in “King Richard”), ceder alla violenza e schiaffeggia il presentatore in mondovisione? Insomma, dire maschio in peggio.

Negli ultimi tempi, purtroppo, stiamo assistendo ad un’intollerabile escalation di violenza e aggressione sul campo e, speciale, La penalità sembra non sufficientemente adeguata alla gravità degli atti. Ricordiamo a tutti l’incresciosa reazione di Alexander Zverev ad Acapulco Che, dopo aver perso un incontro di doppio, il sedile dell’arbitro ha colpito violentemente con la racchetta. Sasha poi si è cosparso il capo di cenere ma il male ormai era fatto. Risultato: una multa di $ 23.000 e la sospensione di un altro mese, che è stata venduta ma ha effetto solo se il denaro è stato pagato entro l’anno in corso. Insonne, gli è stato concesso un periodo di prova. Decisione giudicata troppo morbosa vista la violenta reazione di Sasha.

e poi Nick Kirgios. L’australiano ha recentemente affermato che non potrebbe vivere in pace con se stesso durante un lungo periodo di depressione e, quotidianamente, la sua vita sociale se mostra affetto con la sua nuova fiamma. Tutavia, quando va maschio lo cuce in campo, addio freni inibitori. UN Indian Wells, nel controllo partita Nadal ha insultato gli spettatori e ha scagliatoviolemente la racchetta, che per poco non colpiva a raccattapalle. e poi a Miami, nella partita contro Sinner, ha provocato vergognosi insulti all’arbitro Bernardes. Per vari incidenti, è prevista una multa per un totale di $ 60.000.

infinito L’inaccessibile salita di Jenson Brooksby. L’americano, a Miami, nel match contro Federico Coria, in preda alla frustrazione e del tutto fuori controllo, scaglia scelta la racchetta, al punto che, all’ennesimo lancio, l’attrezzo colpisce perfino il raccattapalle. In questo caso la squalifica immediata dal campo non è avvenuta (Ricordate il caso di Novak Djokovic agli US Open 2020?). Mamma, Come ha sottolineato Vanni Gibertini in un recente articolo, i tornei slam non sono gestiti dall’ATP e le regole sono diverse.

Tutavia, ecco che l’ATP se vedi in un certo senso costretta a osare risposte più decidere per tentare di contenere l’intemperanza dei giocatori. Venire rapporto di agenzia Reutersl’amministratore delegato Andrea Gaudenzi ha emanato una circolare interna secondo la quale “Per l’imminente stagione sul campo, la squadra ATP ha deciso di infliggere una severa sanzione per la violazione del Codice di Condotta e di effettuare una revisione del regolamento per garantire la sanzione adeguata per la violazione di reati gravi e gravi.. Abbiamo tutti un ruolo da svolgere por la difesa e l’integrità del nostro sport. I primi tre mesi della stagione hanno visto un’insolita frequenza di incidenti e comportamenti antisportivi, questa puntata di Gettano un’ombra sul nostro sport. Tale condotta fa male a tutti e soprattutto veicola un messaggio sbagliato ai fan, a quelli più giovani”. Un messaggio importante e doveroso, quello di Gaudenzi.

Sperando di non dover assistere a una scena come quella di Acapulco, Indian Wells e Miami, consolante pensando ai tennisti che invece ha continuato ad illuminare il tennis, e non solo per come sanno maneggiare una racchetta. E a quei giovani che sanno imparare dai campioni più virtuosi. Carlos Alcarazper citare l’adolescenza del momento (ma ovviamente ce ne sono tanti altri), nuova stella della campagna e correttezza. Perché Carlito, non ora e con i suoi 18 anni, non ha solo stabilizzato il record battendo Miami, ma Ha trionfato anche nello sport, grazie al bel gesto di cura se è stato protagonista nella semifinale contro l’Hurkacz.durante il periodo Ha fatto rigiocare il punto all’avversario notostante l’abitro glielo Avesse Già Attribuito. E poi per le parole rivolte a Ruud durante la premiazione, per l’omaggio al padre venuto a mancare da poco de coach Ferrero… Gesti che show che fra i giovani c’è anche chi sa fare Tesoro degli esmpi dei luminosi Nadal, Wilander, Federer, Edberg… E che, nonostante tutto, i veri principi del tennis esistono ancora.

Add Comment