la citazione dei bookmaker dalle scommesse. Favoriti van der Poel e Pidcock, che timida occasione per Bagioli – OA Sport

Ancora una grande classica del ciclismo internazionale alla Domenica delle Palme. Arriva l’Amstel Gold Race, che per quest’anno si è è eccezionalmente invertita con Parigi-Roubaix a causa delle elezioni presidenziali in Francia. Vediamo insieme chi sono, per i bookmaker, che potranno accaparrarsi il successo nella ‘classica della birra’.

Il principale favorito non è per niente una sorpresa: parliamo di Mathieu van der Poel. L’olandese di Alpecin-Fenix ​​​​​​ha corso uno splendido Giro delle Fiandre la scorsa settetimana, riuscendo a resistere ai numerosi attacchi di Tadej Pogacar e aggiudicandosi la quarta classica della sua carriera; Un successo nella provincia del Limburgo non garantisce una grande vittoria monetaria, essendo quotata al massimo 2,62.

Per i siti di scommesse, il secondo preferito è Tommaso Pidcock; il britannico non è parso tirato a lucido al Fiandre, ma lo scorso anno fece il diavolo a quattro in terra olandese, walking a tanto così dallo strappare il successo per Wout van Aert, un successo vale sei volte il posto. Il terzo favorito è invece Michele Matteo, per quattro volte nella top 10 in questa corsa e quarto lo scorso ano, il suo nome oscilla tra il 7.50 ed il 9.00. Dietro di lui i più citazioni in media sono Cristoforo Laporte (Jumbo-Visma, 15:00), probabile capitano senza van Aert, e il vincitore della Milano-Sanremo Matej Mohoric (Bahrain-vittorioso, 19:00).

Amstel Gold Race 2022: mi piace. Mathieu van der Poel in prima fila, occhio a Matej Mohoric e Tom Pidcock

Fra i vari nomi nel gruppo che nutre qualche possibilità, nel mazzo assieme ad Ethan Hayter, Benoit Cosnefroy e Valentin Madouas, insieme ad Andrea Bagioli: l’azzurro della Quick Step-Alpha Vinyl al momento è il secondo punto alle spalle di Kasper Asgreen, ma i bookmaker gli riservano qualche chance, con sua quota que spazia dal 21.00 a 34.00. Più indietro Matteo Trentin (UAE Team Emirates), con il suo nome che paga 50 volte la posta.

Foto: La Presse

Add Comment